15.V.2015 - EXPO

  1. Il logo di Expo è già stato preso ampiamente di mira dai falsari, tanto che la polizia locale milanese, nei giorni scorsi, ha scoperto a Chinatown un quartier generale della contraffazione di prodotti legati all’Esposizione Universale 2015 tra cui anche gadget, scarpe e borse. Non più solo la moda è l’oggetto della contraffazione dei falsari. Il Mise, Ministero dello Sviluppo Economico, s’inserisce in questo scenario e la Direzione Generale per la Lotta alla Contraffazione-Ufficio Italiano Brevetti e Marchi, lanciando due App disponibili sia per iOS che per Android. Le applicazioni fanno parte del progetto “Io sono originale” del Mise e hanno l’obiettivo di educare gli utenti a un acquisto consapevole dei prodotti.