28.IV.2015 - RIPARTENZA

  1.  

    Da segnalare come la contrazione delle vendite di calzature sia proseguita anche nel quarto trimestre con un -13,8%, ma con un buon segnale di ripartenza del mercato francese con un +49,5%. Ma sono ancora negativi i numeri del Distretto conciario per quanto riguarda la scarpa. Infatti il distretto di Santa Croce nel 2014 ha fatto registrare un calo delle esportazioni del 6,8%, frutto di un andamento positivo della concia (+3,6%) e di un crollo delle calzature (-29,4%). Lo scorso anno la scarpa pisana ha perso ben 94 milioni di euro con risultati particolarmente negativi in Francia (quasi -40%, pari a 14 milioni di euro), Stati Uniti (-7,8%, 5,5 milioni di euro), Spagna (-60,8%, 5 milioni di euro) e Germania (-32,3%, per un totale di 12,9 milioni di euro).