14.xI.2014 - LA FILIERA

  1. Al convegno Pambianco 2014 “Il back to Italy” strada obbligata,  Mario Boselli, presidente di Camera Nazionale Moda Italiana, ha fatto risaltare come durante la crisi del 2008 le aziende che hanno retto meglio siano state quelle ‘full made in Italy’. “Di certo è finita l’epoca della delocalizzazione, e ciò sarà importante per tornare a valorizzare la nostra filiera, i cui testimonial migliori al momento sono Kering e Lvmh. “Il back to Italy è una prospettiva realistica, ma ancora più realistico è il ritorno alla zona pan-europea nel suo complesso”. Quanto a chi produce in Cina, Boselli ha dichiarato di “non avere nulla contro”, ma allo stesso tempo ha ribadito l’importanza che “la produzione made in China sia chiara” perchè i furbi sono per noi un danno”.