19.III.2014 - emergenza

  1. La preoccupazione sta diventando un’emergenza: i conciatori, in primis quelli toscani, sono alle prese con la Russia che vuol mettere limitazioni all’esportazione di pellame grezzo. E dunque agevolare all’acquisto i calzaturieri di casa. Mentre il mercato russo è uno dei principali fornitori per l’Italia. La richiesta di grezzo è attualmente superiore all’offerta, perché si mangia meno carne nel mondo. Alcune stime stimano un calo di 500 milioni di euro a livello europeo, compreso l’indotto: calzature, pelletterie, prodotti chimici. Roba rara, roba cara.