11.VI.2014 - CONTRODELOCALIZZAZIONE

  1. Si chiama “controdelocalizzazione” la tendenza a fare retromarcia, dopo la fuga produttiva all’Est avvenuta a cavallo del millennio con la ricerca di produzioni a basso costo. Ma ora è la volta delle scelte di investimento di ritorno in patria, annunciate negli ultimi mesi da gruppi come Ferragamo, Prada, Tod’s, e altri. Ma il coinvolgimento non riguarda soltanto le griffe extra lusso. La rilocalizzazione della produzione in Italia è un fenomeno ormai percepito a livello di sistema, da alcuni trimestri. C’è chi ha già riportato la produzione a casa, e chi ci sta seriamente pensando.