30.I.2014 - tUSCANY

  1. Il distretto industriale toscano fa un ennesimo balzo in avanti dell’11,3% nel terzo trimestre 2013, e anche il made in Tuscany si conferma uno dei principali motori della crescita delle esportazioni, registrando ancora una volta performance migliori rispetto al manifatturiero italiano (+0,3%), francese (-2,6%) e tedesco (-3,1%). E' un trend in cui s’inserisce anche il comparto pelle e calzature di Santa Croce sull’Arno (+6,4%). Accanto a pelletteria e calzature di Firenze (+13,3%), e abbigliamento di Empoli (11,2%). Invece in discesa i due distretti calzaturieri (Lucca -7,9% e Lamporecchio -8,5%). Fonte: Servizio studi e ricerche di Intesa Sanpaolo per Banca Cr Firenze.