22.xII.2014 - PAURA

  1. Chi ha paura della crisi produttiva, che si annuncia nera? Il presidente dell'Associazione conciatori di Santa Croce, Franco Donati, guarda al 2015 con realismo. “L’Italia rallenta, anche per quanto riguarda il pellame. Lo scenario sta cambiando, anche le grandi griffe sentono la crisi economica e hanno frenato le ordinazioni. Al momento le prospettive per il 2015 sono poco rassicuranti, ma non c’è da avere paura”. Infatti la produzione si è spesse volte trovata in difficoltà, però chi vuole le pelli di qualità e di moda con innovazione tecnologica non può fare a meno delle novità pronte nel Comprensorio del Cuoio.