28.IV.2014 - RIMONTA

  1. “La Cina potrebbe entrare, già quest’anno, nella top 3 dell’export delle calzature italiane, scalando la classifica dal settimo posto che occupa oggi, appena dopo l’Inghilterra, e arrivando sotto Francia e Germania”. A sostenerlo è Fabio Aromatici, direttore generale di Assocalzaturifici, sottolineando che tre anni fa, il Paese si posizionava intorno alla ventesima postazione. Invece da tempo si registra una inversione di tendenza, per cui l’export italiano di ‘Calzature e parti’ verso il Drago aumenta +33,2% nel 2012 ,e un ulteriore +26,6% tendenziale nel 2013), mentre diminuisce l’import del 3,1%.