3.IV.2014 - REDDITIVITA'

  1. Nel 2012 l’utile di Prada era stato di 625,7 milioni con una crescita monstre del 44,9 per cento. Ora un rafforzamento della struttura industriale in Italia e Uk (con Church’s), è nel mirino del gruppo guidato da Patrizio Bertelli. Che ha chiuso il 2013 con ricavi netti consolidati pari a 3,58 miliardi di euro, in crescita dell’8,8% (a cambi costanti + 13,3%). Gli indicatori di redditività riservano un dato positivo (+8,6% a 1,14 miliardi di euro, con un margine del 31,9% sui ricavi) in termini di ebitda, ma, di fatto, una stasi dell’utile netto a 627,8 milioni “penalizzato dalle perdite su cambi e da un maggiore carico fiscale”, come si legge in una nota aziendale (fonte Pambianconews).