5.VIII.2014 - SNEAKER

  1. Tempo di crisi economica, e dunque in flessione per le scarpe italiane il primo quadrimestre dell’anno 2014. I consumi di calzature nelle famiglie, come evidenziano i dati elaborati per Assocalzaturifici dal consueto fashion consumer panel di Sita ricerca, non sono in ripresa. Infatti il valore delle vendite delle scarpe in Italia è sceso del 2,8% in quantità, e del 5,4% in valore, con prezzi medi ribassati del 2,6 per cento. A soffrire sono state in modo particolare le calzature da bambino (-13,2%), seguite da quelle da uomo (-8,2%) e da donna (-7,2 per cento). A reggere sono state soltanto le sneaker, le cui vendite sono cresciute dell’1,2% in volume.