5.VII.2013 - UNIONE

  1. L’unione fa il risparmio. Nel distretto conciario di Santa Croce sull’Arno, il Consorzio Recupero Cromo scarica più di 2.500 tonnellate annue, tra solfati e cloruri, che rappresentano il 20% circa del totale di quelli che arrivano al depuratore Aquarno. Invece Ecoespanso, estrae e tratta il fango della depurazione, ha bisogno di un’unica regia con Aquarno “per decidere la tipologia degli interventi nella depurazione al fine di determinare la quantità e la qualità dei fanghi da inviare a seconda delle esigenze dell’impianto finale”, parola di Franco Donati. Il risultato atteso è una riduzione della tariffa di depurazione a carico delle aziende, con anche una sforbiciata ai costi del conferimento all’Aquarno degli scarichi delle concerie del Consorzio di Fucecchio.