10.VI.2013 - FUSIONE

E' determinato il presidente dell’Associazione Conciatori di Santa Croce, Franco Donati: "Occorre incidere sulla spesa per cercare di ridurre sempre di più i costi fissi della depurazione. Perciò stiamo avviando la fusione delle nostre società consortili in modo da ottimizzare le risorse umane, ridurre le spese e ottenere migliori risultati". Dunque dentro al Consorzio Depuratore verranno portate la società Ecoespanso e il Consorzio recupero cromo. Per dimensione di addetti la depurazione è una delle maggiori imprese del distretto. Tra i dipendenti dell’Aquarno, del Consorzio recupero cromo e di Ecoespanso si contano un’ottantina di unità che con gli indiretti salgono a un centinaio.