26.IV.2013 - buccIA DI pelle

  1. Nel distretto industriale di Santa Croce sull’Arno sono stati conciate anche le pelli di animali ritenute impossibili al trattamento chimico. E ora, presso il Poteco diretto dal dott. Domenico Castiello, la venticinquenne messicana Victoria De Blassie riesce a conciare le bucce di arance, pompelmi e limoni, conservando il profumo dell’agrume, e anche i colori: aggiungendo in più la duttilità per la lavorazione manuale. E dunque la trasformazione in accessori di moda, quali borse e cinture. Non ancora le calzature, a causa del “montaggio”, ma intanto una nuova strada alla moda ecosostenibile è aperta.