5.X.2012 - CARTINA

La zona calzaturiera di Capannori, in lucchesìa, era ben conosciuta per la produzione di zoccoli: più comodi, e alla moda. Ora ha aggiornato l’offerta: scarpe, sì, ma di carta. Si tratta delle calzature cosiddette ballerine, resistenti all’acqua. Il progetto è nato a Camigliano, mentre la produzione è della Lorex di Segromigno in Monte.  L’ideatore delle scarpe riciclabili in carta è Mirko Paladini, della azienda Italian Global Service. Scarpe leggere oltre che comode, eppure resistenti: il cui nome è Cartina, in onore della materia prima. In zon ci sono anche cartiere, e dunque la produzione è a km. zero e alla fine dell’uso non restano rifiuti da smaltire in discarica.