23.III.2012 - AQUARNO

Il depuratore Aquarno come viene visto? Cristina Simoncini, di Galleno (Fucecchio) con una filastrocca in rima: “Chiara, limpida e trasparente, ristori e disseti quando il sole è cocente, ridai vita e vigore al viandante assetato che, da stanco e smarrito è poi rinfrancato. Evviva l’acqua principio di vita, evviva l’Aquarno che ce la restituisce pulita”. Poi lo studente di seconda media, Giovanni Golfarini, di Santa Croce, per l’originalità contro i falsi pregiudizi: “Tutte le idee tossiche che avevo in testa sono state depurate! E’ stato divertente”. E un altro studente di Santa Croce, Abdelah Sato, s’è espresso con franchezza: “Giretto mal odorante, ma molto interessante. W Aquarno”.