4.VII.2012 - CUOIO

“Per le fasce alte di mercato, il cuoio va bene in quanto connota la calzatura di altissima qualità”, dichiara Giuseppe Volpi, fresco presidente del Consorzio conciatori di Ponte a Egola. E aggiunge: “I giovani preferiscono altre suole in sintetico, perché non conoscono la salute e il comfort della scarpa con il fondo in cuoio. Per questo investiremo in una campagna che avvicini anche gli under 40. Perché il cuoio è anche moda, nelle versioni tinto, anticato, morbido vintage. E per le donne, è soprattutto leggero”.