2.VII.2012 - BANCA ORE

Dal Valdarno inferiore si segue con attenzione la conceria Priante, ad Arzignano, la prima ad adottare la “banca ore”. Si tratta di una banca del tempo: quelle che si lavorano in più vengono accumulate, per poi essere "spese" per le esigenze dell´azienda, in caso di picchi di lavoro, o del singolo, per prolungare le ferie o usufruire di giorni di permesso. Si scongiura così, se le commesse scarseggiano, la cassa integrazione, o vari ammortizzatori sociali coi loro inconvenienti economici e psicologici; viceversa, si dà alla ditta la possibilità di salvare le commissioni e rispettare le consegne quando la mole di lavoro si fa pesante.