12.VI.2012 - SVOLTA

La crisi aguzza l’ingegno. E le tre realtà produttive conciarie che fino a oggi hanno marciato in forma sparsa, affrontano una svolta strategica. I i distretti industriali di Arzignano, Santa Croce sull´Arno, e Solofra - che insieme realizzano il 90% della produzione italiana di pelli conciate (4.879 milioni il valore 2011, +7,9% rispetto all´anno precedente, con un export del 78%) e hanno la leadership europea - provano a unire le forze su temi come l´ambiente, l´innovazione e la formazione. Rileva Franco Donati, vicepresidente Unic: “Un’integrazione coordinata a livello nazionale, in modo da fare rete mettendo insieme i nostri diversi punti di eccellenza: pelli da arredamento, da calzature e pelletterie, da abbigliamento”.