28.II.2012 - GELATINE

Lapi gelatine ha presentato il progetto GEL-TECH, che modifica il processo conciario nelle fasi iniziali, rendendo possibile la spaccatura dei pellami dopo la fase di nickel e mantenendo inalte­rata la qualità del prodotto finito. Così si ottiene una pelle spaccata idonea ad essere lavorata in conceria per l’ottenimento di un prodotto finito merceologicamente valido; e degli scarti solidi utili per la produzione di gelatine animali. Tali scarti hanno dimostrato di avere una maggiore stabilità chimica ed una possibilità di stoccaggio in precedenza im­possibile sui residui di spaccatura in trippa. Tra i relatori anche Domenico Castiello, direttore del Polo Tecnologico Conciario a Castelfranco di Sotto.