10.VIII.2012 - VIA MAESTRA

Il Made in Italy, senza un codice di filiera è un marchio zoppo, non andrà lontano. “Pertanto – anticipa Simone Remi, presidente del Consorzio vera pelle italiana conciata al vegetale – occorre puntare sull’identità toscana, che vuon dire artigianalità, e ha garanzia di qualità. Siamo un nuovo modo di produrre, rapportandoci alla salvaguardia dell’ambiente”. Con anche l’attenzione alla salute e al confort dei consumatori, grandi e piccoli, uomini e donne. Questa strada della qualità non ha scorciatoie né bivi: è la via maestra. Personalmente la sta già praticando nella sua conceria Badalassi, a Ponte a Egola.