3.V.2011 - IN BORSA

Anche la griffe Salvatore Ferragamo sarà presto quotata in borsa. La maison fiorentina ha presentato a Borsa Italiana e Consob la documentazione per la richiesta di quotazione a Piazza Affari. La Ferragamo ha registrato nell’esercizio 2010 un utile netto di 60,8 milioni di euro - contro una perdita di 14,7 milioni nel 2009 -, e un fatturato di 781,6 milioni (+26,1%). L’obiettivo, stando alle dichiarazioni del presidente Ferruccio Ferragamo, secondogenito del fondatore, è di facilitare il ricambio generazionale alla guida dell’azienda, rendendola più manageriale e moderna.