3.VI.2011 - TESTE DI CUOIO

Pur raggiungendo i 2 miliardi e mezzo di euro di valore, le esportazioni pisane nell’anno 2010 si trovano ancora 18 punti percentuali al di sotto dei livelli registrati nel 2008. E questo perché la ripresa delle vendite all’estero ha riguardato solo alcune componenti del tessuto produttivo. Assoluto protagonista del recupero registrato lo scorso anno è stato il comparto "pelli-cuoio", che da solo ha contribuito per 6 punti percentuali su 10 alla crescita complessiva delle esportazioni provinciali. Decisamente inferiori gli apporti di altri settori rilevanti del nostro territorio come la meccanica (+2 punti percentuali) e l’elettronica (+1 punto), mentre negativo è stato il contributo dei metalli (-3) e dei mezzi di trasporto (-2). (Fonte: Camera di Commercio di Pisa).