21.VII.2009 - UNIFICAZIONE

“Questa crisi, che ci sta mettendo a dura prova, potrebbe essere anche l’occasione per portare a compimento l’unificazione delle due associazioni dei conciatori, attualmente presenti sul territorio. Le organizzazioni di categoria dovranno essere più coese, per portare avanti con forza, direi quasi non prepotenza, le nostre istanze”. Così ha risposto il presidente del Consorzio di Ponte a Egola, Attilio Gronchi, l'altra sera alla festa che tradizionalmente si svolge verso la fine di luglio nel parco della villa che funge da sede, ad Alessandro Francioni, presidente dell’Assoconciatori di Santa Croce, che aveva lanciato la proposta tramite la stampa.