9.VI.2009 - ORDINATIVI

Produzione conciaria e ordinativi, pur mantenendosi su volumi inferiori all’anno passato, sono migliorati a partire dalla seconda metà di marzo. “Ma la verità è che nelle ultime settimane – osserva il presidente dell’AssoConciatori a Santa Croce sull’Arno, Alessandro Francioni - abbiamo realizzato le commesse per la prossima stagione invernale, tuttavia questi ordinativi sono praticamente già esauriti. Si è trattato di una vera e propria boccata d’ossigeno, però molte aziende arriveranno a stento alla fine di giugno dal punto di vista produttivo, rimanendo ferme per i mesi di luglio, agosto e settembre”. Insomma, una rondine non fa primavera.