12.I.2009 - ORDINAZIONI

Tengono le scarpe di nicchia, con produzione di alta qualità e contenuto artigianale. Ma incombono avvisaglie di crisi, e preoccupano. “A febbraio completeremo un’ordinazione acquisita,  e se non arriveranno di nuove in tempi brevissimi è presumibile un black out”, osserva Giuseppe Bertoncini, imprenditore, già presidente della Compagnia calzaturieri di Fucecchio. Guarda all’export, occorrerebbe la ripresa degli Stati Uniti che sono i più tradizionali clienti, frattanto hanno prospettive di sviluppo la Russia e alcuni paesi dell’Est europeo.