17.IV.2009 - FIRME

Difendere il Made in Italy, come valore aggiunto competitivo, anche attraverso la proposta di una legge più severa – con pene dai 3 ai 6 anni - sulla tracciabilità dei prodotti manifatturieri. E' l'obiettivo del Comitato Made in Italy, fondato a Firenze e presieduto da Maurizio Bonas. Il quale mette in atto la raccolta di firme tra le università per regole piu' severe sull'origine dei prodotti italiani. Osserva: “Abbiamo voluto coinvolgere il mondo scientifico per un programma di interventi concreti ed interdisciplinare che assicuri ai giovani quel diritto al lavoro nel nostro Paese”.