11.III.2008 - SCARICHI

L’impianto di depurazione a Ponte a Cappiano ha trattato globalmente, nell’anno 2007, il 9 per cento di liquami in meno. Un dato di flessione produttiva, alla quale le concerie della frazione di Fucecchio rispondono “con un miglioramento ulteriore della qualità del prodotto finito – osserva Massimo Banti, presidente del Consorzio conciatori -, per una sempre maggiore competitività che renda imbattibile, sui mercati, il pellame made in Italy”. Tra le concerie consorziate non si registrano comunque gravi situazioni di emergenza.