17.III.2008 - IDENTITA'

Ecco la carta d'identità della calzatura. Si deve al Ceseca, il Centro Servizi Calzaturieri  di Segromigno in Monte (Lucca), in collaborazione con il ministero dell’Ambiente e la Camera di Commercio di Lucca. Sarà così possibile controllare - attraverso un motore di ricerca on-line - se la scarpa acquistata è stata realizzata attraverso un processo di produzione eco-consapevole, e se le sue caratteristiche sono tali da tutelare la salute di chi le andrà ad indossare. Una garanzia di qualità, che può fare la differenza per il consumatore che sceglie una paio di scarpe nuove.