19.XII.2008 - ATTIVO

“L’anno che sta per chiudersi è critico, e il 2009 lo sarà forse ancora di più. Ma non molliamo”, ha detto con la consueta verve Alessandro Francioni, presidente dell’Associazione conciatori di Santa Croce sull’Arno. Esortando gli imprenditori a credere nel lavoro, che paga sempre. Anche se il momento è delicato, la forza di continuare c’è tra gli imprenditori del cuoio e delle pelli. La determinazione, in effetti, è al massimo. E all'attivo c’è la competitività qualitativa, in cui il comparto non teme confronti con gli altri distretti industriali conciari e nel mondo.