12.IV.2008 - TUBONE

Una serie di condutture - dal Circondario Empolese, dalla Valdera, dalla Valdelsa e dalla Valdinievole - convoglieranno ai depuratori Aquarno di Santa Croce sull’Arno, Cuoiodepur di Ponte a Egola e a quello di Ponte a Cappiano circa 22 milioni di metri cubi di acqua derivante da scarichi civili. A cị si aggiungeranno i 6 milioni di metri cubi di acque industriali prodotte dalle aziende conciarie della zona del Cuoio. Il progetto del cosiddetto "tubone" punta a ridurre l’emungimento della falda acquifera, e a ottimizzare la qualità della depurazione, entro l'anno 2015. Un investimento da 94 milioni di euro.