14.IV.2008 - ESTATE

La novità è che la moda estiva – mentre in passato non richiedeva una grande produttività – sta ora scoprendo la pelle come materiale di pregio anche per capi da utilizzare durante la bella stagione. Così le indicazioni dalle sfilate in passerella e dal mondo della pubblicità. All'interpretazione del pellame per la primavera estate dell’anno prossimo sono pronte le 230 concerie del distretto industriale di Santa Croce sull’Arno? E’ sempre stato l’asso vincente delle aziende dell’Associazione conciatori e del Consorzio di Ponte a Egola, cogliere al volo le opportunità di fashion sul mercato.