6.IX.2007 - LUSSO

Il futuro per il calzaturiero made in Italy è sul lusso: le scarpe griffate tirano sempre di più, si vendono a qualunque prezzo, ormai le propongono anche gli extracomunitari in spiaggia. “La concorrenza sleale di Cina e di altri paesi in via di sviluppo ha portato alla chiusura anche di aziende importanti, e all’abbassamento della qualità – riflette un imprenditore a San Romano -. Il mercato è in difficoltà sulle scarpe di fascia media, quelle che vanno in vetrina a 70-120 euro al paio”. E la congiuntura mondiale non promette cambiamenti nella prossima stagione.