23.V.2007 – CUOIO

"Si stanno aprendo segnali per il cuoio da nuovi segmenti di mercato come la nautica e l’arredamento - osserva Damiano Ciurli, direttore del Consorzio conciatori". E che il cuoio possa avere un futuro certo nell’arredamento e nella nautica, oltre che nella suola, lo confermano anche gli imprenditori. "Al cuoificio Nuova Toscana di Ponte a Egola si ribadisce che "ci sono richieste per usare il cuoio per i rivestimenti, e ci stiamo piano legando anche alla nautica. Da tempo abbiamo iniziato a lavorare con tale clientela, e l'apprezzamento è crescente".