7.VII.2007 – RICERCA

Risparmiare il 20% di acqua, il 30% di energia, ridurre l'impiego di prodotti chimici, i tempi di lavorazione ed eliminare l'utilizzo di acido solforico dalla concia del pellame. Senza che il minor utilizzo di reagenti chimici ostacoli il processo di concia. Il procedimento č stato messo a punto dal Polo tecnologico conciario, a Castel franco di Sotto. E la Camera di Commercio di Pisa gli ha assegnato il premio per l’innovazione, ritirato dal direttore Domenico Castiello, impegnato a rispondere all'esigenza primaria di fornire la ricerca al sistema di piccole e medie imprese nel comparto conciario-calzaturiero.