10.VII.2007 – GREZZO

Il prezzo del pellame grezzo ha avuto aumenti molto forti, da 15% al 36%, a seconda delle origini e delle specialità. Un dato sottolineato anche da Attilio Gronchi, presidente del Consorzio Conciatori di Ponte a Egola, come fattore al quale porre particolare attenzione. Il cuoio risente di questi rincari che lo rendono sempre meno competitivo con il cuoio messicano e sudamericano, già conosciuto e utilizzato in Toscana. «Se la moda ci spinge — dichiara Gronchi — l’economia ci ingabbia in una ripresa relativa, frenando l'opportunità di crescita".