21.VII.2007 – FORZA

La forza dell’industria conciaria nell’espansione degli ultimi quarant’anni - quattro decenni di lavoro e capacità imprenditoriali - è stata quella di unirsi, di innovarsi, di sviluppare nuove idee e nuovi talenti. L’ha rimarcato il dottor Attilio Gronchi a Ponte a Egola, sottolineando - con forza -che il distretto “offre tanti fattori che contribuiscono alla competitività: tra le infrastrutture economiche, anche i depuratori e i magazzini, le dogane e il Polo tecnologico conciario. Mentre è in fase avanzata di realizzazione l’Interporto del Cuoio”.