13.I.2007 – ORO, ORO!

E' l'imprenditore Paolo Testi, della conceria Bretagna di Ponte a Egola, che spiega: «Abbiamo una linea di pelli invecchiate, ma arricchite da vari effetti: quello che va per la maggiore è l’oro. In questo momento sono assai richieste le pelli morbide. e chi concia al vegetale ha un po’ le mani legate». Ma c’è il bel ritorno del lucido, in ogni aspetto, che garantisca un certo favore da parte del mercato. La ripresa è fatta anche di una moda difficilmente imitabile dalla concorrenza: come ben sa chi ha cominciato ad applicare l’oro sulle pelli anni fa. Quando era difficile, pere non dire impossibile.