4.VIII.2007 – D'ESTATE

Tra le atrocità antistetiche dell’agosto vacanziaro, ricordiamo sia a chi va in vacanza sia a chi resta in città, a lui come a lei, che le ciabatte - anche per andare in spiaggia - devono essere in pelle con suola in cuoio (e mai di tutta plastica!). E che la borsa in pelle – ma ora anche le scarpe – di marca taroccata, acquistata dagli immigrati ambulanti dopo rinvii e contrattazione sotto l’ombrellone e all’angolo della strada, lascia vedere chiaramente che la griffe è finta ma la miseria è vera. Non facciamoci riconoscere da lontano, e anche il ferie pensiamo a chi lavora sul serio tutto l'anno.