27.IX.2006 – DISTRIBUZIONE

"E' il momento di pensare a investire, e di impegnarsi nella distribuzione". Lo afferma Antonio Brotini, del calzaturificio Pakerson a Cerreto Guidi, nonché esponente della Confederazione europea dell'industria calzaturiera. Convinto che per cogliere il vento della ripresa, sia necessario avere una struttura distributiva propria, con un marchio certo, che metta in grado l’azienda di poter stare sul mercato autonomamente. "I Paesi su cui possiamo puntare con fiducia -conclude il manager - vanno dall'Est Europa al Sud Africa, oltre a India e Cina dove i clienti di scarpe di qualità e moda sono un numero esagerato".