26.X.2006 – DISTRETTO

I tre distretti conciari, di cui quello di Santa Croce sull'Arno è il più interessante, concentrano concentrano la volontà di collaborazione tra imprese e le reciproche capacità. "E lo sono ancora di più - sostiene il presidente nazionale dei conciatori, Lorenzo Mosconi - ora che il comparto mostra segni di miglioramento, dopo un triennio difficile soprattutto a causa dell’incidenza dell’euro". I distretti veneto, toscano e campano rappresentano circa il 90% del fatturato nazionale del settore conciario, l’anno scorso circa 4,9 miliardi di euro.