20.XI.2006 – DIFFERENZA

L'imprenditore conciarioAlfredo Ghizzani (gruppo Montana, Ponte a Egola) analizza così la situazione produttiva: “Ora sono tutti ottimisti, ma quando lo dicevo io che non era il caso di essere pessimisti fino in fondo, non ci credevano anche i miei colleghi di lungo corso. A differenza dei laterizi a Castello,delle confezioni e delle vetrerie di Empoli, il comparto nel distretto conciario ha retto. Grazie alla volontà di tutti di andare avanti”. A dare soddisfazioni alla sua azienda è la vera pelle italiana conciata al vegetale. "Ma anche il cuoio - conclude Ghizzani, ex presidente del Consorzio Conciatori - sta rialzando la testa".