15.III.2006 – CINA

Molti buyer americani che commissionano prodotti in pelle ad aziende manufatturiere cinesi hanno imposto l'utilizzo di materie prime provenienti dal Comprensorio del Cuoio, consideratie nel mondo produttivo come leader di qualità. "Perchè i nostri articoli - commenta Sergio Cerrini, vice presidente dell'Associazione Conciatori a Santa Croce sull'Arno - sono contraddistinti da originalità anche tecnologica, e ciò da al prodotto un prestigio di rilievo". Per questo la Cina non fa paura, ma diventa un'opportunità.