1.III.2006 – ABBIGLIAMENTO

Tra i comparti dell’abbigliamento femminile che hanno registrato i migliori risultati all’estero è soprattutto il vestiario esterno in tessuto a sostenere la crescita dell’export con un incremento del 7% nel periodo gennaio-ottobre 2005; mentre meno positivo è l’andamento della maglieria esterna (+0,9%). In contrazione invece l’abbigliamento in pelle (-2,7%) che raccoglie un autunno-inverno piuttosto deludente. Lo ha reso noto Gaetano Marzotto, presidente a Firenze di Pitti Immagine, aggiungendo che il fatturato annuo nel settore dovrebbe attestarsi a 10,7 miliardi di euro, in leggera crescita (+0,1%) rispetto all’anno precedente.