7.I.2006 – FATTURATO

“La cultura della pelle conciata al vegetale si sta affermando sempre più - osserva Paolo Quagli, giovane presidente del Consorzio vera pelle italiana conciata al vegetale, che ha sede a Ponte a Egola - in un momento in cui il concetto di naturale in campo moda è molto sentito”. Infatti, la filosofia del Consorzio è produrre una pelle di qualità nel rispetto dell’ambiente e dell’uomo. “Una pelle di successo – prosegue - come testimoniano i dati economici a chiusura dell’anno 2005, con un fatturato di 155 milioni 250 mila euro, contro i 150 milioni di euro dell’anno precedente”.