2.II.2006 - TOKYO

Il mercato giapponese vuole pelli di qualità e di moda. A confermarlo è la nipponica “Tokyo leather fair”, svoltasi nei giorni scorsi . L'opportunità ha offerto alle imprese conciarie - attraverso l’Unione nazionale industria conciaria, e Toscana promozione - di osservare da vicino una realtà che ben si adatta alla tipologia produttiva del comprensorio del Cuoio. E il prezzo diventa una variabile secondaria nella trattativa, osservano all’Associazione conciatori di Santa Croce sull’Arno a proposito del Paese del sol levante.