14.IV.2006 – RILANCIO

"Ci vorrebbe una grande campagna pubblicitaria per rilanciare il nostro cuoio". Lo sostiene, con la convinzione che deriva dall'esperienza, l'imprenditore Mauro Innocenti, tra i fondatori del Consorzio conciatori di Ponte a Egola. Aggiunge: "Ho girato l’Italia e il mondo, cercavo le pelli migliori, studiavo le nuove tecnologie, per essere sempre all’avanguardia e vendere la qualità italiana. Nel 1982 ho fondato insieme al gruppo C.M.C. e G.B. il primo consorzio export del cuoio". Parola di uno che vede lontano, insomma. E che vede bene anche in zona: "Ci penalizzano il cambio euro/dollaro e il fattore moda: le scarpe in cuoio non vanno certo bene con il casual, che in questi anni va per la maggiore".