3.X.2005 – FIAMMATE

Il lavoro conciario va, nel Distretto industriale di Santa Croce sull’Arno, ma a fiammate. “Fiammate ricorrenti, non distanziate, ma pur sempre fiammate” mette in guardia Gustavo Pagni, un grezzista di Castelfranco di Sotto che ha il polso della situazione perché rifornisce tante aziende produttive. Tengono i vitelli, mentre permane in stand-by il cuoio che ha smarrito – non per colpa sua – la via della moda. “In questo momento un’altra fiammata c’è – conclude – almeno fino alla fine del mese”.