22.XI.2005 – SHOW ROOM

A Canton il gruppo conciario Cmc di Ponte a Egola ha da qualche tempo aperto uno show-room. “Lo scopo è intrattenere buoni rapporti con i clienti cinesi abituali e trovare nuovi contatti in oriente - osserva Irene Scaffidi -. Ma il mercato cinese presenta delle oggettive difficoltà: innanzitutto legate alla comunicazione, perché sono pochi i cinesi che parlano l’inglese; in secondo luogo c’è un modo completamente diverso di portare avanti le contrattazioni, per cui non è semplice concludere gli affari”. L’investimento all’estero sarà comunque efficace nel tempo.