25.II.2005 – ASTA

I calzaturifici della zona che hanno ordini, perché lavorano con gli Stati Uniti d’America, l’unico mercato che tira, mettono all’asta - al ribasso - la richiesta di pelle necessaria. Chi tra le concerie la offre a meno, si aggiudica la fornitura: che con i tempi che corrono, sembra pur sempre un affare. Per dirla tutta, sembra una leggenda metropolitana, e probabilmente lo è: ma come tutte le storie dice abbastanza su come e quanto stia soffrendo l’economia nel Distretto del cuoio. In vista della nuova stagione, che dovrebbe invertire – una volta per tutte – la tendenza.