28.IV.2005 – VITELLI

Una sorta di strabismo operativo era negli stand conciari di Lineapelle, taluni affollati e altri desolatamente vuoti. Oggi, dopo l’ultimo giorno di apertura al pubblico, se ne potrà capire meglio la ragioni. Intanto c’è da registrare un’indicazione positiva: il ritorno del vitello. “E’ per il distretto di Santa Croce un punti di forza – osserva Attilio Gronchi (conceria Samanta), presidente del Consorzio di Ponte a Egola – perché è pelle che va saputa lavorare ma dà soddisfazioni. Il fatto che sia già aumentato il prezzo di questo tipo di grezzo conferma la tendenza”. L’estate 2006 è lontana, ma la ripresa è vicina.